La bellezza costiera della Cornovaglia e le sue tradizioni sostenibili

Con le sue spiagge sabbiose, le baie dei contrabbandieri e gli squisiti frutti di mare, la Cornovaglia è rinomata per la sue bellezze naturali. E come paradiso della biodiversità e della ricerca ambientale, è il luogo perfetto per il summit del G7 a metà giugno 2021. Mentre i Leader mondiali discutono di importantissime questioni ambientali su scala globale, chi sogna un viaggio in Gran Bretagna si farà ispirare da questa gemma del sud-ovest, dove le principali attrazioni orticole e le pratiche di pesca sostenibile si fondono con tradizioni secolari preservate perchè tutti ne possano godere oggi e negli anni a venire. .

Dalle attrazioni più importanti alle alternative meno conosciute, la nostra carrellata rivela il cuore sostenibile della Cornovaglia, così come i consigli migliori per chi desiderano scoprire un altro incantevole angolo della Gran Bretagna.

Focus sull’ambiente

The Eden Project is a huge park open to the public. It has two huge biomes, which create a tropical and temperate zone under which millions of plants now grow. Opened in 2001, it is a major visitor attraction in England.© VisitBritain/ Adam Burton

I biomi di Eden Project

Dall’inaugurazione nel 2001, Eden Project ha trasformato una cava di argilla cinese in disuso vicino a St Austell, in Cornovaglia, in un’attrazione di fama mondiale con la sostenibilità al centro del suo sviluppo. Originariamente creato per proteggere e conservare piante importanti e in via di estinzione, il sito combina l’esplorazione all’aperto con l’educazione interattiva e anche un nuovo progetto di energia geotermica. Uno dei suoi biomi giganti ospita la più grande foresta pluviale coperta del mondo, con una cascata e la Canopy Walkway, mentre il bioma mediterraneo porta i visitatori in un viaggio attraverso le regioni temperate calde del pianeta. Migliaia di altre varietà di piante stimolano i sensi in 20 acri di giardini all’aperto, pieni di fiori ornamentali, sentieri da esplorare adornati da sculture, che sottolineano l’importanza ecologica di diverse piante e insetti, tra cui Bombus l’ape gigante.

I Giardini Perduti di Heligan

Nascosti al mondo da una fitta vegetazione e dimenticati per tre quarti di secolo, i Giardini Perduti di Heligan (The Lost Gardens of Heligan) sono stati amorevolmente riportati in vita negli ultimi 30 anni per diventare il più grande progetto di restauro di giardini in Europa. Trasformato da Tim Smit, il fondatore di Eden Project, il sito è oggi una misteriosa fuga all’aperto focalizzata sulla conservazione. Costellato da rare tipologie di piante, antichi boschi e diverse specie di fauna selvatica, include anche una splendida collezione nazionale di camelie e rododendri piantati per la prima volta più di 100 anni fa.

Le serre dei Kew Gardens

Chi invece si reca a Londra, ispirato dai giardini della Cornovaglia, deve recarsi a sud-ovest di Londra e ai Royal Botanic Gardens di Kew, il luogo più ricco di biodiversità della Terra. Uno spazio di ricerca all’avanguardia a livello mondiale e patrimonio mondiale dell’UNESCO, che ospita più di 50.000 piante nelle sue serre vittoriane con affascinanti vedute dei giardini dal Treetop Walkway.1 Eden Project

La Storia preservata

A disused tin mine engine house, now a Heritage Centre on Bodmin Moor, Minions, Cornwall.© VisitBritain/ Adam Burton

The Museum of Cornish Life

Questo museo è dedicato alla conservazione delle tradizioni locali e copre tutto, dai legami della regione con le miniere di rame e stagno, in mostra nel Cornwall and West Devon Mining Landscape World Heritage Site, all’agricoltura e alla storia sociale. Chi desidera esplorare da casa l’interessante storia della Cornovaglia lo può fare virtualmente in 3 D visitando il Museum of Cornish Life, per un viaggio attraverso le azioni per preservare il ricco patrimonio e le tradizioni della regione.

Wheal Martyn Clay Works

L’argilla cinese ha giocato un ruolo fondamentale nel plasmare la Cornovaglia per centinaia di anni, e questo patrimonio è esplorato nei minimi dettagli a Wheal Martyn. Oltre a una fabbrica d’argilla vittoriana conservata e a un museo, i visitatori possono passeggiare attraverso 26 acri di antichi boschi e affacciarsi su una moderna cava d’argilla funzionante, mentre scoprono di più sulla più grande esportazione della Cornovaglia e sulle misure adottate per preservarne i paesaggi unici.

Il Museo Nazionale di Storia di St Fagans

Gli appassionati di storia che desiderano conoscere il passato della Gran Bretagna, in particolare quella gallese sono invitati al St Fagans National Museum of History.  Situato nei terreni di St Fagans Castle and Gardens, appena fuori Cardiff, il sito di 100 acri presenta una serie di edifici ricostruiti di diversi periodi storici, ognuno dei quali offre uno sguardo alle tradizioni che hanno formato il paese che vediamo oggi.2 Museum of Cornish Life

Tradizioni costiere

Stand up paddle-boarders in harbour, St. Ives, Cornwall, England.© VisitBritain

Le stradine acciottolate di St Ives

Votata da Trip Advisor come una delle migliori destinazioni emergenti per il 2021, il porto e la cittadina marittima di St Ives saranno al centro della scena del vertice del G7. Situata sul Cornwall Coast Path, è circondata da soleggiati percorsi da fare a piedi caratterizzati da promontori lussureggianti e metodi di coltivazione tradizionali per preservare lo status di Area Sensibile dal punto di vista ambientale. Le sue strade acciottolate ospitano una serie di accattivanti cottage di pescatori, negozi e boutique indipendenti, e rinomati ristoranti che servono frutti di mare di provenienza locale e altre prelibatezze regionali. Essendo stata al centro del movimento modernista britannico all’inizio e alla metà del XX secolo, vanta un ricco patrimonio artistico in mostra alla Tate St Ives e al Barbara Hepworth Museum and Sculpture Garden.

Il villaggio portuale di Mevagissey

Proprio come St Ives, Mevagissey offre un assaggio della cultura costiera della Cornovaglia tra i suoi edifici perfettamente conservati, che oggi ospitano caffè, gallerie e laboratori artigianali. Nel 1700 e 1800 importante centro per la pesca delle sardine, le prelibatezze fresche dal porto sono ora offerte in accoglienti negozi di fish and chips, mentre i visitatori possono ancora assaporare la tradizione con le gite di pesca che partono dal molo. Il South West Coast Path passa attraverso il villaggio, fornendo un modo alternativo per vedere questo splendido tratto di costa.

Tobermory sull’isola di Mull

Gli amanti delle tradizioni costiere in viaggio verso la Scozia non devono perdere l’Isola di Mull. Con le sue case color pastello e le barche che galleggiano nel porto, il villaggio di pescatori di Tobermory è un gioiello di retaggio marittimo. Conosciuta per i frutti di mare appena pescati, l’isola e le sue acque circostanti sono anche rinomate per la rara fauna selvatica, tra cui aquile dalla coda bianca, delfini e lontre. Un’abbondanza di sentieri da percorrere a piedi rende il paesaggio facile da esplorare.3 St Ives

Arte all’aperto

View from the top of the Minack Theatre, Cornwall, England© VisitBritain/Sarah McNally

Gli spettacoli al Minack Theatre

Adagiato sulle scogliere rocciose che si affacciano sull’Oceano Atlantico, il Minack Theatre offre una vista mozzafiato e un’esperienza teatrale unica all’aperto. Plasmato principalmente dalla natura, il teatro ospita regolarmente musical e spettacoli tutto l’anno, con il frangersi delle onde che fa da sfondo melodico. Questo spazio inimitabile può anche essere esplorato con un tour virtuale a 360 gradi

Gli spettacoli al Penlee Park Open Air Theatre

Situato nel cuore di Penzance, il Penlee Park Open Air Theatre è un altro particolare teatro, sullo sfondo di siepi di ligustro con un programma di spettacoli originali di numerosi gruppi teatrali locali e nazionali, comprese diverse produzioni di Shakespeare e intrattenimento per bambini.

Il Teatro all’aperto di Regent’s Park

Gli amanti di Teatro in visita nella capitale non devono perdere il Regent’s Park Open Air Theatre, uno dei più grandi spazi teatrali di Londra, immerso nel verde dell’iconico Royal Park. Rinomato per gli eccezionali spettacoli all’aperto, molti dei quali passano al West End o a Broadway, tra cui Romeo e Giulietta di William Shakespeare e Carousel di Rodgers e Hammerstein, in programma per l’estate 2021. Chi desidera il contatto con la natura prima di uno spettacolo può passeggiare lungo il Regent’s Canal o ammirare rare specie in via di estinzione nel vicino ZSL London Zoo.4 Minack Theatre

Patrimonio isolano

Summer view from Marazion on St Michael's Mount as the tide comes in, Cornwall, England© MikeNewman Photography

La storia di St Michael’s Mount

Situata appena al largo della costa meridionale della Cornovaglia e collegata alla terraferma da una strada rialzata durante la bassa marea, St Michael’s Mount è un’isola soggetta alle maree con una storia antica e particolare. Nacque come priorato medievale, divenne poi un castello fortificato e in seguito una dimora privata, oggi è sotto l’egida del National Trust, che cura gli edifici e le terrazze inclinate che ospitano centinaia di piante esotiche. I visitatori hanno accesso al giardino recintato, che risale al 1780, alle batterie di cannoni sulla cima dell’isola per una vista spettacolare sulla costa, e mentre visitano la proprietà scoprire la leggenda dell’Arcangelo Michele, che si dice protegga i pescatori dai pericoli del mare.

I misteri di Tintagel

Lungo la frastagliata costa settentrionale della Cornovaglia c’è un’altra isola avvolta nel mistero, Tintagel. Qui, su uno sfondo di paesaggi mozzafiato, la storia incontra la leggenda di Re Artù, dove un nuovo ponte ora collega due metà del Castello di Tintagel che risale al XIII secolo. I visitatori esplorano questo paesaggio idilliaco sotto lo sguardo di Gallos, una scultura in bronzo a grandezza naturale ispirata alle leggende del sito e al passato Reale.

L’Isola Santa di Lindisfarne

Chi si dirige a nord per continuare il viaggio nel patrimonio insulare nel Northumberland trova la misteriosa e mistica Isola Santa di Lindisfarne. Inaccessibile quando la marea inonda la sua strada rialzata, questo sito offre una testimonianza unica della vita dei monaci medievali. I visitatori sono invitati a seguire le loro orme esplorando le rovine del Priorato di Lindisfarne del 12° secolo, una volta un importante luogo di pellegrinaggio, o scoprire come il National Trust sta lavorando per preservare l’architettura e i giardini del Castello di Lindisfarne. Holy Island, il suo nome in inglese, segna anche la fine del Cammino di San Cuthbert, un sentiero storico di 100 km che parte da Melrose, nei Borders scozzesi.5 St Michael’s Mount

Prodotti ittici sostenibili

A historic fishing harbour with a curving sheltering harbour wall. Flat calm sea. Boats moored. Houses on the hillside. South Cornish coast.© VisitBritain/ Adam Burton

Pesce appena pescato a Looe

Piccole flotte di pescherecci consegnano il loro pescato giornaliero ai porti di tutta la Cornovaglia, per far si che che sia i residenti che i visitatori possano gustare le prelibatezze stagionali pescate in modo sostenibile durante tutto dell’anno. Lo storico porticciolo di Looe è famoso per i suoi frutti di mare. Oltre ai commercianti di pesce che affollano la banchina, ci sono numerosi ristoranti e negozi di fish and chips dove gustare il pescato del giorno, sapendo che è stato catturato in modo sostenibile.

I Frutti di mare di Falmouth

Proprio come Looe, il grande porto di Falmouth accoglie ogni giorno un gran numero di pescherecci il cui pescato viene venduto e cucinato in vari luoghi della città. Tra i locali degni di nota vi sono Harbour LightsThe Shack e Brasserie on the Bay, con menu che offrono il meglio dei prodotti ittici della regione.

Il porto dei crostacei di Fraserburgh

Gli amanti del cibo sostenibile che viaggiano verso nord possono godersi le delizie della costa a Fraserburgh. Situato nell’angolo nord-est dell’Aberdeenshire, il porto ha una fiorente industria ittica tradizionale che si accompagna ai suoi meravigliosi paesaggi costieri. I frutti di mare pescati localmente possono essere assaggiati in ristoranti come The Captain’s Table, mentre il ricco patrimonio della regione è sapientemente descritto al Fraserburgh Heritage Centre. Fraserburgh è anche un’ottima destinazione per gli amanti del golf e del birdwatching.6 Looe

Conservazione orticulturale

Tresco Abbey Gardens under a clear blue sky.© VisitBritain/Visit Isles of Scilly

Il giardino sub tropicale Abbey Garden a Tresco?

Fondato nel XIX secolo sull’isola di Tresco, la seconda più grande delle isole Scilly, Abbey Garden è un gioiello subtropicale. Popolato da 20.000 piante provenienti da più di 80 paesi, tra cui una serie di fioriture che cambiano con le stagioni, il giardino mette in mostra il meglio dell’orticoltura mediterranea nel cuore della Cornovaglia. In mostra ai giardini è la collezione Valhalla, un insieme unico di polene provenienti da naufragi che si sono arenate sulle isole Scilly, prevalentemente risalenti alla metà e alla fine del XIX secolo.

Fioriture storiche a Trebah Gardens

Con i suoi 26 acri in una piccola valle della Cornovaglia vicino a Falmouth, Trebah Garden rappresenta 200 anni di lavoro orticolo. Il risultato è una vivace esposizione di piante esotiche, attraversata da 6 km di sentieri e con alcuni degli alberi più alti registrati in Gran Bretagna. Ogni stagione offre uno spettacolo diverso, dai colorati rododendri centenari in primavera alle distese di ortensie in autunno.

Il nuovo RHS Garden Bridgewater

Gli appassionati di conservazione orticola scopriranno altre attrazioni nel cuore del nord-ovest dell’Inghilterra. Riportato a nuova vita nell’ex sito di Worsley New Hall a Salford, Greater Manchester, RHS Garden Bridgewater è il quinto giardino della rinomata Royal Horticultural Society. Aperto dal 18 maggio 2021, durante gli ultimi quattro anni si sono svolti importanti lavori di trasformazione e conservazione che hanno dato vita a un nuovo e rigenerato sito orticolo di spicco, che rappresenta il più grande progetto di giardinaggio in Europa. Gli spazi tematici includono un colorato Paradise Garden, un Kitchen Garden che ospita 29.000 piante dedicate al cibo e ai prodotti sostenibili, e aree focalizzate all’apprendimento e al benessere.7 Abbey Garden Tresco

Bagni naturali

Bude beach, Cornwall. Pink house on the seafront, with beach in background. © Matt Jessop

Il lido geotermico Jubilee Pool

Il più grande lido d’acqua di mare e al tempo stesso piscina riscaldata geotermicamente della Gran Bretagna offrono una vista eccezionale sulla costa e la possibilità di rilassarsi con un po’ di nuoto all’aperto. Il lido Jubilee Pool Art Deco di Penzance, patrimonio architettonico della città, è stato inaugurato nel 1935 e contiene cinque milioni di litri di acqua di mare. La sua piscina geotermica è stata aperta nel 2020 ed è riscaldata utilizzando energia geotermica e pompe di calore sostenibili – il primo sistema di questo tipo in Gran Bretagna – ad una temperatura di circa 30-35 gradi centigradi.

La Piscina marina di Bude

Risalente anch’essa agli anni ’30, la Bude Sea Pool è una piscina seminaturale, in parte artificiale, ad ingresso gratuito, annidata tra le rocce a Summerleaze Beach, Bude. Riempita dal mare con l’alta marea ogni giorno, i visitatori possono godere di un’esperienza balneare naturale e esplorare la spiaggia, che offre numerosi sport acquatici e attività all’aperto, tra cui il surf, il coasteering e il kayak.

Lo storico Saltdean Lido

Gli amanti del nuoto all’aperto possono sperimentare un lato diverso al Saltdean Lido, un notevole esempio di architettura modernista in stile internazionale a Brighton. Costruito nel 1938 per essere parte del lungomare, l’edificio Art Deco è stato restaurato e riaperto nel 2017, con la piscina riscaldata all’aperto circondata da prati per prendere il sole. La vasta distesa del South Downs National Park è nelle immediate vicinanze, per chi desidera esplorare di più l’incredibile biodiversità della zona.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.