La Thailandia ed il “Rimborso IVA” per i turisti

A rafforzare ulteriormente la reputazione della Thailandia come popolare destinazione per lo shopping per i viaggiatori di tutto il mondo, c’è il programma di rimborso dell’IVA applicabile sui beni acquistati durante il viaggio.

Per beneficiare del rimborso, le merci devono essere acquistate nei negozi che espongono il cartello “Rimborso IVA per i turisti” (VAT Refund Application for Tourists). Il valore totale di tutti i beni acquistati deve essere di almeno 5.000 baht a persona per viaggio.

I prodotti devono essere portati fuori dalla Thailandia dal turista entro 60 giorni dalla data di acquisto attraverso uno qualsiasi degli aeroporti internazionali di Bangkok (Suvarnabhumi o Don Mueang), Chiang Mai, Chiang Rai, Phuket, Hat Yai, U-Tapao, Krabi e Samui.

Nel caso in cui il rimborso dell’IVA venga effettuato presso un punto di rimborso in città, la partenza dalla Thailandia deve avvenire entro 14 giorni da tale data.

Ecco alcuni punti importanti da ricordare:

Al momento dell’acquisto

Il turista dovrà presentare il proprio passaporto e richiedere al punto vendita l’emissione del Modulo Richiesta Rimborso IVA per Turisti (P.P.10) unitamente alla/e fattura/e fiscale/i originale/i relativa/e all’acquisto. Il numero del passaporto deve figurare sul modulo.

*Nel caso di beni di consumo, questi devono essere sigillati e contenenti il messaggio “Nessun consumo effettuato in Thailandia”.

All’aeroporto, quando si parte dalla Thailandia

I beni acquistati, il cui valore totale deve essere pari o superiore a 5.000 baht, devono essere presentati insieme al modulo di richiesta di rimborso dell’IVA per i turisti e alla/e fattura/e fiscale originale a un funzionario doganale per l’ispezione prima del check-in. Nel caso di beni di lusso (gioielli, oro, ornamenti, orologi, occhiali, penne, telefoni cellulari o smartphone, laptop o tablet, borsette e/o cinture) il cui valore è pari o superiore a 10.000 baht per articolo e per il trasporto delle merci il cui valore è di 50.000 baht o più per articolo, queste devono essere portate a mano e mostrate nuovamente all’ufficio rimborso IVA per i turisti dopo aver superato l’immigrazione.

Al VAT Refund for Tourists Office, se l’importo del rimborso non supera i 30.000 baht con assicurazione per l’importo del rimborso fiscale, il pagamento sarà effettuato in contanti (Thai Baht).

Il rimborso può essere richiesto anche per posta al Dipartimento delle Entrate della Thailandia, o tramite cassetta postale davanti all’Ufficio per il rimborso dell’IVA per i turisti in aeroporto e presso gli uffici di rimborso del centro città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.