Al via la seconda stagione di Nobu Barbuda

Una vacanza ad Antigua non è completa senza una visita alla sua sorella minore Barbuda, la destinazione perfetta per una fuga di un giorno tra chilometri di spiagge appartate di sabbia bianca e rosa, lagune ricche di fauna selvatica e tranquille acque caraibiche.

L’offerta della piccola isola si arricchisce ulteriormente con le novità annunciate da Nobu Barbuda, che riapre per la sua seconda stagione con nuovi spazi per godersi il mare cristallino e tante esperienze gastronomiche autentiche.

Le novità di Nobu Barbuda

Dopo l’attesissima apertura nel 2021, Nobu Barbuda riapre le porte agli ospiti a partire dal 9 novembre offrendo un nuovo rifugio sotto forma di beach club, ristorante Nobu e lounge progettato nel rispetto dell’ambiente.  

Il beach club promette un’esperienza Nobu che dura tutto il giorno, con lettini e cabine private in cui godersi menu esclusivi e massaggi in spiaggia, per un’esperienza all’insegna del relax.

Per chi preferisce lasciare la spiaggia per avventurarsi in mare, da quest’anno c’è la possibilità di partecipare a una gita in barca con pescatori esperti. Oltre ad ammirare la splendida vista dell’isola da un punto di vista privilegiato, l’esperienza permette di imparare i segreti della pesca per poi gustare insieme il pescato del giorno durante il pranzo.

Da non perdere anche il corso di sushi dove gli ospiti di Nobu Barbuda possono cimentarsi in prima persona in cucina con la guida dell’head sushi chef e imparare a creare il roll perfetto, con maki e nighiri in cui vengono incorporati gli ingredienti locali come dentice e aragosta, oltre al famoso Barbuda roll.

Escursioni e attività per esplorare l’isola

Dopo essersi rilassati a Nobu Barbuda, c’è tempo per partire alla scoperta delle bellezze dell’isola, di cui sono sicuramente protagoniste le spiagge. A pochi passi da Nobu si trova l’iconica spiaggia Lady D, chiamata così in onore della principessa Lady Diana, che durante la sua prima visita a Barbuda rimase folgorata da questo piccolo angolo di paradiso.

Tra le più spiagge più note c’è poi quella che da Palmetto Point porta a Cedar Tree Point, un‘unica striscia di sabbia lunga 30 km, che alle prime luci dell’alba si tinge di sfumature rosa per l’effetto ottico delle minuscole conchiglie portate dal mare. 

Tra le maggiori attrattive naturali della destinazione spicca sicuramente la fauna. Sull’isola è possibile visitare “il santuario” delle fregate situato all’interno della Nature Reserve of the Fregate Bird, una riserva ornitologica fra i boschi di mangrovie della Laguna di Codrington, dove gli eleganti uccelli marini che nidificano sulle mangrovie hanno un’area protetta per la delicata fase della riproduzione.

Prima di rientrare ad Antigua meritano una visita anche due punti di interesse storico: Martello Tower, un’antica torre di avvistamento del XVIII secolo, e Two Feet Bay, un complesso di caverne con graffiti degli Arawak, i primi nativi dei Caraibi che Cristoforo Colombo incontrò quando sbarcò nelle Americhe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.