Torna a Faenza Superfici d’autore 2022

Dal 16 settembre al 2 ottobre in mostra le linee realizzate da quattro aziende di produzione di superfici in ceramica ideate da designer di fama internazionale.

Il MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, in corrispondenza con due delle più importanti fiere dedicate alla ceramica in Italia (Cersaie a Bologna e Tecnargilla a Rimini) mette in mostra dal 16 settembre al 2 ottobre 2022 i lavori di quattro importanti aziende ceramiche che presentano superfici disegnate da designer internazionali.

Si tratta di CEDIT – Ceramiche d’Italia (marchio di Florim) con il progetto firmato da Elena Salmistraro, Iris Ceramica Group con le superfici disegnate da Guillermo Mariotto e raccontate attraverso una mostra d’arte visiva, Lea Ceramiche con Ferruccio Laviani e Mutina con Konstantin Grcic e Nathalie Du Pasquier.

CEDIT presenta “Chimera” disegnata dalla designer e artista Elena Salmistraro. Grandi lastre dall’intensa carica simbolica, declinate in quattro temi grafici, danno origine ad un universo fantastico ispirato alla natura e alla chimera della tradizione “grottesca”. Le superfici richiamano figure suggestive decorate in solco o in rilievo dalla forte tattilità, resa possibile grazie ad una tecnica innovativa sviluppata da Florim.

LEA Ceramiche propone il raffinato lavoro di Ferruccio Laviani “Colore e materia sono alla base del mio lavoro e in Masterpiece c’è perfetto equilibrio tra due elementi: cemento e seminato diventano superfici architettoniche che conferiscono una identità unica e personale ad ogni singolo progetto.”

MUTINA presenta due progetti, il primo “Mattonelle Margherita” dell’artista Nathalie Du Pasquier, un lavoro in costante evoluzione improntato al colore e alla leggerezza. E’ caratterizzato da un’anima duplice: da un lato semplice e minimalista, dall’altro creativo e coraggioso. Il secondo progetto è del designer Konstantin Grcic, il quale con DIN esprime un lavoro che dimostra un approccio analitico e razionale, improntato alla semplicità perché come egli sostiene “la semplicità è una strada per arrivare in profondità di qualcosa, alle sue radici”.

IRIS CERAMICA GROUP presenta “Corpi di Luce”, un concept originale che interpreta attraverso la fotografia e l’arte cinematografica il dualismo tra materia statuaria e leggerezza che caratterizza la Collezione Luce disegnata dallo stilista e designer Guillermo Mariotto: un progetto che porta la narrazione della ceramica oltre i confini dell’architettura, intrecciandola con i linguaggi dell’arte.

Inaugurazione 16 settembre, ore 18:00

La mostra è resa possibile grazie al sostegno di Sacmi e Cersaie.

Con il patrocinio di Ministero della Cultura, Regione Emilia Romagna, Comune di Faenza, Unione dei Comuni della Romagna Faentina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.