Scoprire la Filippine su due ruote 

Scoprire il territorio sulle due ruote è forse il modo migliore per immergersi nelle meraviglie naturali e nello splendido territorio delle Filippine. Gli stessi locali hanno scoperto questo mezzo per muoversi in lungo e in largo sulle isole dell’arcipelago proprio nel corso della pandemia, costretti dalle poche alternative a disposizione! Inizialmente per obbligo e poi per piacere, l’utilizzo della bicicletta è di certo uno dei migliori modi per immergersi completamente nel territorio circostante e per visitare le destinazioni mancanti dalla propria Travel bucket list.

Se si vuole visitare Bicol e le Visayas Centrali, per esempio, andare su due ruote è un ottimo modo per farlo. Entrambe le regioni sono colme di straordinari esempi di architettura e di meraviglie naturali, lo sfondo perfetto per un itinerario in bicicletta.

Luoghi fantastici

Bicol è una regione ricca di monumenti storici e paesaggi naturali. C’è Caramoan, una penisola situata nella parte est di Bicol, dove si possono trovare spiagge stupende di sabbia bianca e scogliere calcaree come a Palawan. A Catanduanes invece, si possono scoprire cascate e catene montuose. E, naturalmente, c’è il maestoso Mayon, assieme al cugino, il vulcano Bulusan.

Parlando di Mayon, uno dei percorsi ciclabili più popolari che vanno alla Regione 5 è il noto viaggio di otto giorni chiamato “Bicolandia”. Il percorso inizia a Manila e finisce a Sorsogon, coprendo circa 1.300 chilometri.

Si passa  sulla famosa strada a zig zag (chiamata anche Bituka ng Manok, o intestini di pollo in Tagalog) che attraversa  Atimonan, Quezon, e finisce a Gumaca.

Il percorso è impegnativo ma appagante, poiché la strada a zig-zag passa attraverso le montagne. Da Gumaca, la strada porta direttamente a Daraga in Albay, e poi Sorsogon, la destinazione finale. Dopo aver raggiunto Sorsogon, i ciclisti possono fare un altro famoso circuito, il Mayon Volcano Loop. Anche conosciuto come Mayon 360, il circuito  tipicamente inizia a Legazpi,  offre ai ciclisti una fantastica vista del  perfetto cono vulcanico. Poi passa per Daraga, Camalig, Guinobatan, Ligao, Tabaco, Malilipot, Sto. Domingo, e poi torna a Legazpi. Lungo il percorso, i ciclisti possono vedere  le popolari  attrazioni di Bicolano come le Rovine di Cagsawa, le Cascate di Vera, le colline di Quituinan, la chiesa di Tabaco, e il Solong Eco Park.

Consultare i link https://www.ctphtour.com/ oppure https://zchedulista.com/ per avere maggiori informazioni sul  tour in bici nella regione di Bicol.

Magia e storia

Quando si parla di Visayas Centrali si identificano quattro province (Bohol, Cebu, Negros Oriental e Siquijor) e tre città altamente urbanizzate (Lapu-Lapu, Mandaue e Cebu City). La regione 7 è grandissima, quindi molto difficile da visitare tutta sulle due ruote, però c’è un percorso molto famoso, il Bike & Boat, nella Visayas Centrale che può essere considerato come un buon punto di riferimento. Il circuito comprende tre aree principali: Cebu, Negros Oriental e Siquijor. Il primo e il secondo giorno del tour saranno dedicati alla scoperta della storica Cebu City, si visiteranno diverse attrazioni come la Croce di Magellano, la Basilica Minore del Santo Niño e il forte di San Pedro. Dopo aver scoperto la città vera e propria, si viaggia a ovest verso le zone meno conosciute di Cebu, colma di spiagge meravigliose e acque incontaminate, come la costa di Tajao, situata a Pinamungahan, Cebu.

Da Pinamungahan, il terzo giorno, i viaggiatori possono poi andare a Dumanhug o Santander per prendere una barca o un traghetto per Negros Oriental, dove si possono vedere attrazioni come il vulcano Canloan. Il monte Canlaon si trova a Canlaon City, sempre a Negros Oriental. Poi, il quarto giorno, si viaggerà in direzione Siquijor.

L’isola è spesso associata a tradizioni mistiche e soprannaturali. Siquijor è anche conosciuta per i suoi Healing festival e per la vendita nei mercati pubblici di pozioni a base di insetti, cortecce d’albero ed erbe. Il quinto giorno si esplorerà l’anello costiero di Siquijor, passando da Sandugan Beach, Salagdoong Beach, Cambugahay Falls e Salagdoong Beach, insieme a varie grotte e parchi naturali – come il Bandila-an natural park e il Butterfly Sanctuary.

Il sesto giorno si lascia Siquijor per Bohol. Da Tagbilaran, si pedala lungo la costa meridionale di Bohol. Il settimo e l’ottavo giorno si esploreranno le gemme nascoste di Bohol e fino ad arrivare alle spiagge di sabbia bianca di Anda. Il nono giorno, i ciclisti andranno verso le colline e il verde tipico delle città interne di Bohol, dalle terrazze di riso ai villaggi poco conosciuti. Il 10° giorno si arriva alle Colline di Cioccolato, mentre l’11° giorno, si potrà incontrare la mascotte ufficiale di Bohol – il tarsio.

Maggiori informazioni circa i tour in bicicletta nelle Visayas Centrali posso essere trovate al link https://www.viator.com/Visayas-tours/Bike-and-Mountain-Bike-Tours/d5171-g16-c55

Viaggia in sicurezza!

Le restrizioni COVID nel fare questi tour in bicicletta variano a seconda del percorso scelto. Nonostante la situazione attuale del paese tenda ad un ulteriore alleggerimento delle restrizioni pandemiche, sarebbe meglio portare sempre con sé la carta di vaccinazione, insieme ad altre forme di identificazione, in qualsiasi momento del tour. Quando si vola a Cebu per seguire il circuito della Regione 7, è sicuramente necessario avere con sé la carta di vaccinazione, specialmente in caso si viaggio aereo per qualche destinazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.