Visite in bottega e incontri per le Giornate Europee dei Mestieri d’Arte 2022

Laboratori, viste in bottega, mostre, incontri, per conoscere i segreti dei mestieri artigiani. Dal 28 marzo al 3 aprile Artex, con Unicoop Firenze e Oma-Osservatorio dei Mestieri d’Arte, propone una serie di eventi che celebrano il saper fare artigianale di alto valore presente in Toscana, per le Giornate Europee dei Mestieri d’Arte (GEMA). La manifestazione ideata dall‘Institut National des Métiers d’Art di Parigi, viene organizzata in contemporanea in vari paesi europei per attrarre l’attenzione del grande pubblico sui mestieri d’arte e le professioni artigianali. Il tema dell’edizione 2022 è “Le nostre mani all’unisono”.

“Le mani sono il principale strumento dall’artigiano, gesti e saperi vengono trasmessi di mano in mano, di generazione in generazione. Le chiusure e le limitazioni causate dalla pandemia, la crisi sanitaria e poi quella economica hanno colpito duramente l’artigianato artistico, le Giornate Europee dei Mestieri d’Arte sono un’occasione per tornare nelle botteghe e conoscere gli artigiani e osservare da vicino le tecniche e i prodotti” afferma Sara Biagiotti vice presidente di Artex.

“Le Gema celebrano ogni anno il vasto patrimonio di saperi legati all’artigianato artistico – afferma Luciano Barsotti, presidente dell’Associazione Oma -. L’iniziativa delle Giornate europee dei Mestieri d’Arte nata in Francia e condivisa dalla nostra Associazione fin dal 2008 ci ha stimolato quest’anno a porre all’attenzione del pubblico il valore della trasmissione di competenze, della formazione dei giovani ai mestieri artigianali per creare ricambio nel comparto. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di celebrare la ricorrenza delle Gema 2022 con il corso Il Corsetto, un capo couture da mostrare che rientra nel ciclo di Corsi organizzati presso Spazio Nota, progetto di Fondazione CR Firenze gestito da Oma, con l’obiettivo primario di erogare e diffondere attività di orientamento, didattica e formazione tecnica e pratica per formare competenze nell’ambito dei mestieri d’arte”.

«Le attività culturali di Unicoop Firenze mirano a offrire ai soci momenti di conoscenza del territorio e del suo patrimonio storico-artistico e la stessa attività caratteristica della Cooperativa di consumatori mette al primo posto il valore del saper far artigiano nei diversi campi. Siamo quindi felici di sostenere le Giornate Europee dei Mestieri d’Arte 2022 e invitiamo i nostri soci a partecipare, scoprire i segreti degli artigiani toscani, visitando le loro botteghe e incontrandoli, in un momento storico come quello attuale in cui è ancora più urgente sostenere le attività artigianali tradizionali» fanno sapere da Unicoop Firenze.

Il calendario in Toscana prevede un ricco programma di eventi, in presenza e on line.

Martedì 29 marzo (ore 17, diretta streaming) incontro con Ombretta Maffei titolare dell’omonima sartoria di Firenze e la figlia Beatrice Cardinali con Roberta Orsi Landini, storica del tessuto e del costume, mentre mercoledì 30 marzo (ore 18, diretta streaming) il maestro artigiano Paolo Penko e il figlio Riccardo dialogheranno con lo storico Carlo FranciniGiovedì 31 marzo (ore 17) al Conventino Caffè Letterario Sandra Pelli, ceramista e presidente dell’associazione La Fierucola, e Cecilia Del Re, assessore al Turismo del Comune di Firenze, presenteranno il sito internet Ceramica ieri e oggi, una mappa del patrimonio di opere in ceramica presenti a Firenze. Venerdì 1 aprile (ore 17), sempre al Conventino Caffè Letterario verrà presentato il libro “Tarsi. Decorazione preziosa” di Santi Del Sere, alla presenza dell’autore, di Edi Anasetti, vice direttore Cna Arezzo, Ilaria Lorenzini, assessore a turismo, scuola e attività produttive del Comune di Anghiari, Angelo Minisci, coordinatore del dipartimento di Design Laba Firenze, Elisa Guidi coordinatore di Artex. 

Presso Officina Creativa/Vecchio Conventino di Firenze il 2 aprile sono previsti workshop gratuiti di intarsio e intaglio del legno con il maestro Omero Soffici (ore 10-12) e di acquaforte, stampe e incisioni con il maestro Massimo Baicchi (ore 15-17) che sono rivolti ad un pubblico dai 16 anni in su (prenotazioni obbligatorie entro il 1 aprile, tel 055 570627, artex@artex.fi). Per tutto il giorno dalle 10 alle 18 i laboratori artigianali del Vecchio Conventino saranno aperti al pubblico.

In occasione delle Gema 2022, lo Spazio Nota, dal 21 marzo al 3 aprile presso l’Istituto Pio X Artigianelli di Firenze, terrà un corso su Il Corsetto, un capo couture da mostrare (per prenotazioni, tel 055 221908, info@spazionota.it).

Pietrasanta, alla Sala culturale Luigi Russo nell’ambito del progetto “Galleria dell’artigianato” e delle Gema 2022 è in corso fino al 3 aprile la mostra “Armonie in bianco”, con oggetti di design, sculture, ceramiche, creazioni tessili, accessori di moda e altre opere realizzate da 24 artisti toscani. 

Per tutta la durata delle Giornate artigiani toscani accolgono gratuitamente in bottega gruppi per visite e dimostrazioni (su prenotazione). Partecipano le botteghe di Santi Del Sere ad Anghiari, Franco Ristori, GF89 Giuseppe Fanara, Bottega dell’Acquaforte di Massimo Baicchi, Scarpelli Mosaici, Tommaso De Carlo, Tommaso Pistelli e Sonia Ragazzini a Firenze, Stefano Parrini a Vicchio, LB Creazioni a Massa Marittima, Sergio Cristiani a Livorno, Giovanni Morelli a Montemagno di Camaiore, Bachar Ornaa Pietrasanta, Marzia Etna e Priscilla Borri di Viareggio, Il Carato a Cascina, Laura De Cesare a Pisa, Marco Ricciardi a Volterra, Nicla Corsini a Pistoia, Andrea Amerighi, Franca Verteramo a Prato, Biagiotti ferro battuto a Pienza, L’arte dei calzaioli a Colle Val D’Elsa, Accademia della moda e del costume a Siena, Ilaria Maltinti a Poggibonsi, Ceramica Kamars di Flavio Ferdinando Foderini a Chiusi.

Programma completo su: www.artex.firenze.it, e le pagine Facebook, Instagram e Youtube di Artex.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.