Tomahawk, la bistecca xl

Quella ottenuta dal Tomahawk è una bistecca taglia XL: ha uno spessore di tre dita, un peso che varia dagli 800 grammi ai 1,2 kg (contro i 700-800 grammi minimi della fiorentina), e mostra una evidente marezzatura, ossia una distribuzione diffusa del grasso tra le fibre muscolari. Proprio la marezzatura, unita a una dimensione ridotta delle fibre muscolari stesse, conferisce alla carne un gusto tenero, intenso e succoso. Originariamente la bistecca Tomahawk proveniva da un manzo australiano ottenuto dall’incrocio delle razze pregiate come il Black Angus e il Wagyu giapponese, tuttavia si può ricavare ovviamente anche da altre razze come quelle irlandesi o polacche, con gli animali che devono essere sottoposti a un’alimentazione particolare per sviluppare questa distribuzione di grasso tra i muscoli, caratteristica essenziale per raggiungere una certa tenerezza in cottura e un gusto intenso e succoso. Prima di arrivare in cucina il Tomahawk viene sottoposto alla necessaria frollatura, che, viste la taglia XL di questa bistecca, richiede almeno 25 giorni, ma quasi sempre supera il mese.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.