Dei suoni e dei passi: fantasie musicali e narrazioni sulla Via degli Dei

Attraversare l’Appennino a piedi, percorrendo da Bologna a Firenze tutta la mitica Via degli Dei, per vivere l’esperienza di un’altra velocità in compagnia di ottima musica. Questo l’obiettivo di un progetto ideato da Carlo Maver, Claudio Carboni, Maurizio Busìa che coniuga il movimento Slow alla Cultura. Da una parte il trekking – una camminata in sette giorni pensata per tutti, anche per famiglie meno allenate – dall’altra momenti musicali e concerti che segnano il cammino attraverso grandi e piccole scoperte sonore a sottolinearne le tappe: dai nomi ben noti della scena nazionale e internazionale, ai ricercatori del suono chiamati a restituire l’essenza dell’acustica di chiesette, anfratti, ruderi o corsi d’acqua. Tanti inoltre i momenti di ospitalità della gente del luogo per godere delle peculiarità di ciascun paese che si incontra.

“Per quel che riguarda il percorso di Fabbrica Europa e del Festival au Désert di Firenze, al quale questo progetto si connette per la parte toscana – afferma Maurizio Busia –  si può senza dubbio parlare di sviluppo naturale, nel segno dell’incontro tra artisti, del nomadismo culturale e del concetto stesso di itineranza musicale e identità aperta. E quando Carlo Maver e Claudio Carboni mi hanno proposto di unire le forze per connettere le due città in una modalità “slow”, ritrovando il gusto del camminare, dello stare insieme e dell’ascolto, tutto è stato particolarmente naturale, soprattutto per l’opportunità non solo di ascoltare grandi musicisti in contesti da favola, ma di far diventare questi artisti dei veri e propri compagni di viaggio”.

“Dopo anni di fantasie musicali sui crinali dell’Appennino tosco-emiliano e dopo un’esperienza di percorso fino al confine – affermano Carlo Maver e Claudio Carboni – Eco della Musica, branca di Festival Crinali che principalmente si occupa di organizzare momenti musicali nella natura legati al cammino,  ha preso coraggio e ha deciso di oltrepassare il “confine” e cercare l’incontro. Da qui il felice incontro con Fabbrica Europa e Maurizio Busia, la nascita di un progetto comune  che mette a confronto esperienze, sentieri e panorami diversi, quelli di Bologna e Firenze, accomunati da molteplici sfumature sotto il segno dell’arte, della cultura e della natura.”

Questo il programma:

Lunedì 25 giugno / Bologna – Sasso Marconi
fantasie musicali e narrazioni sulla Via degli Dei con: Guglielmo Pagnozzi, sax/clarinetto, Kalifa Konè, percussioni, Massimo Tagliata, fisarmonica

Martedì 26 giugno / Sasso Marconi – Monzuno
fantasie musicali e narrazioni sulla Via degli Dei con: Banda Bignardi, Nando Citarella, voce e tamburi, Alberto Capelli, chitarra e Rocco Papia, chitarra

Mercoledì 27 giugno / Monzuno – Madonna dei Fornelli
fantasie musicali e narrazioni sulla Via degli Dei con: Jacopo Tomatis, La musica dell’Appennino, incontro, La Stanza di Greta, Michel Godard, serpentone e tuba, Valeria Sturba, Vincenzo Vasi, Dimitri Sillato

Giovedì 28 giugno / Madonna dei Fornelli – Monte di Fò
fantasie musicali e narrazioni sulla Via degli Dei con: Tony Cattano, trombone, Dimitri Grechi Espinoza, sassofono, Michel Godard, Natasa Mirkovic, Luciano Biondini, Jarrod Cagwin (produzione Fabbrica Europa per JazzRail, terza edizione del progetto Luoghi del Jazz)

Venerdì 29 giugno / Monte di Fò – San Piero a Sieve
fantasie musicali e narrazioni sulla Via degli Dei con: Wu Ming 2, Luciano Biondini, fisarmonica, Duo Quintana – Kateřina Ghannudi, arpa barocca e voce, Ilaria Fantin, arciliuto, oud
Festa del Patrono San Piero a Sieve

Sabato 30 giugno / San Piero a Sieve – Olmo
fantasie musicali e narrazioni sulla Via degli Dei: Fabio Mina, flauti ed elettronica, Carlo Maver bandoneon e flauti

Domenica 1 luglio / Olmo – Fiesole – Firenze
fantasie musicali e narrazioni sulla Via degli Dei con: Maurizio Geri, chitarra e voce, Carlo Maver, flauto, Claudio Carboni, sassofoni.
– Firenze, Parco delle Cascine ore 19, percussioni Fondazione Luigi Tronci suonate da Matteo Cammisa, Matteo Scarpettini, Alessandro Rossi (Pacho). A seguire Baba Sissoko in concerto

Per chi volesse fruire delle guide esperte e di pacchetti organizzati, Appennino Slow seguirà costantemente ogni aspetto pratico e logistico di questa avventura (www.appenninoslow.it). Tutti gli eventi sono gratuiti, le guide, i pasti e le consumazioni sono da pagarsi in loco.
Info: deisuonipassi@gmail.com Tel. 3401841931 – www.fabbricaeuropa.net

DEI SUONI I PASSI è organizzato da Associazione Musica e Nuvole e Fondazione Fabbrica Europa ed è collegato al Festival Crinali e al Festival au Désert Firenze. Viene realizzato con il contributo di Bologna Estate, Città Metropolitana di Bologna e Città Metropolitana di Firenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.