Tariffe alberghiere in calo del 4,2% nel 2016

      Commenti disabilitati su Tariffe alberghiere in calo del 4,2% nel 2016

Calo nel 2016 per le tariffe alberghiere in Italia. Infatti se nel 2015 per pernottare in un albergo della penisola erano necessari in media 95 euro, nel 2016 il conto è sceso a 91 euro con una riduzione media del 4,2%. E’ quanto rileva l’Hotel Price Development 2016, condotto da Hrs.
Prezzi in flessione soprattutto a Milano, con 115 euro a camera, ha visto scendere i prezzi del 10,9% rispetto allo scorso anno, quando la presenza di Expo aveva fatto balzare all’insù domanda e tariffe. Dal canto suo, Caserta è la città che ha registrato la contrazione maggiore con un meno 16,3% e 98 euro a camera, mentre più contenuto è stato il ribasso a Roma e Venezia che si confermata città più cara d’Italia con un prezzo medio di 136 euro a notte rispetto ai 139 euro del 2015.
In Europa, ancora una volta, le destinazioni più dispendiose sono risultate Londra e Zurigo: nella capitale britannica il prezzo medio degli hotel, pur diminuendo del 9%, si mantiene sui 172 euro a notte, mentre Zurigo con 174 euro a camera, e Oslo (170 euro), rimangono sul podio della città europea meno economiche. Istanbul registra invece un significativo calo dei prezzi (- 17,6%) con una media di  75 euro a notte.
A livello globale, invece, gli Usa si confermano la destinazione con i prezzi più elevati con New York in testa alla classifica con una media a notte di 241 euro (-8,7% rispetto allo scorso anno), subito seguita da Washington che, invece, aumenta i suoi prezzi da 206 euro del 2015 a 219 del 2016. Aumenti record anche a Seoul che con un +32,5% arriva a registrare un prezzo medio a camera di 167 euro.
Prezzi ancora a buon mercato in Cina con una media di 88 euro a Shanghai e 81 euro a Pechino. Fanalini di coda si confermano Kuala Lampur con un costo medio di 64 euro e Bangkok stabile a 76 euro.