Passeggeri e voli low cost: c’eravamo tanto amati

      Commenti disabilitati su Passeggeri e voli low cost: c’eravamo tanto amati
ryanair bleuroy logo

Ryanair è la compagnia ritenuta più penalizzante per i passeggeri

Ma sono poi veramente così convenienti i voli low cost? Le tariffe proposte da questi vettori sono veramente basse e comuqnue in grado di soddisfare la cientela?
In Europa non sembra esser più così.
Infatti stando a un’indagine condotta da eDreams solo il 19% dei passeggeri del vecchio continente considera eque e convenienti le tariffe delle low cost, ormai considerate “care” quanto le compagnie aeree di linea.
Ma c’è di più: cresce in modo esponenziale il numero di utenti aerei che si dichiarano infastiditi dai molteplici supplementi applicati dai vettori a basso costo, che sono poi i fattori che fanno lievitare oltre misura le tariffe finali.
Gli innalzamenti dei prezzi nei periodi di alta stagione, le tariffe applicate e i costi extra addebitati al momento della partenza per un bagaglio extra o troppo pesante; o addirittura per effettuare il check-in direttamente al banco dell’aeroporto, fanno sì che le compagnie low cost siano percepite come quelle che presentano un conto molto più “salato” rispetto al passato. Una percezione sostenuta dal 38% dei passeggeri europei e da più del 40% degli italiani.
Nell’analisi delle compagnie low-cost più apprezzate il podio più alto è conquistato da easyJet preferita dal 22% dei passeggeri, seguita da Ryanair col 18%, Norwegian Airlines (12%), Vueling (8%) e Eurowings (4%).
Relativamente ai pagamenti extra addebitati in aeroporto al momento della partenza, il 35% dei viaggiatori italiani li considera troppo elevati, mentre il 32% addirittura irragionevoli e, infine, il 18,17% denuncia una scarsa informazione da parte delle compagnie aeree. In particolare è Ryanair a risultare la società che addebita con maggior frequenza un pagamento per gli extra.