Franceschini: la tassa di soggiorno in base al costo della camera

“Serve una revisione della tassa di soggiorno che deve uscire dal riferimento alle stelle degli alberghi, sistema datato e superato”. Così ha spiegato ieri il ministro del Mibact Dario Franceschini.
“Ormai – ha aggiunto – valgono molto di più i giudizi dei clienti sul web”. La proposta riguarda l’ipotesi di prevedere che la tassa venga calcolata come una percentuale del costo della camera, “questo garantisce maggiore equità e trasparenza e uguaglianza tra le regioni”.
Secondo il ministro la tassa di soggiorno “va pagata insieme al conto della camera e non separatamente, in un secondo momento, come spesso avviene adesso. E’ una cosa che ècapitata anche a me, ma che confonde i turisti“, ha proseguito. Per quanto riguarda la modalità di pagamento, Franceschini ha detto che “fa bene Airbnb a farla pagare con la carta di credito che evita l’evasione”.

 

Serve una revisione della tassa di soggiorno che deve uscire dal riferimento alle stelle degli alberghi, sistema datato e superato”. Così ha spiegato ieri il ministro del Mibact Dario Franceschini.

“Ormai – ha aggiunto – valgono molto di più i giudizi dei clienti sul web”. La proposta riguarda l’ipotesi di prevedere che la tassa venga calcolata come una percentuale del costo della camera, “questo garantisce maggiore equità e trasparenza e uguaglianza tra le regioni”.

Secondo il ministro la tassa di soggiorno “va pagata insieme al conto della camera e non separatamente, in un secondo momento, come spesso avviene adesso. E’ una cosa che ècapitata anche a me, ma che confonde i turisti“, ha proseguito. Per quanto riguarda la modalità di pagamento, Franceschini ha detto che “fa bene Airbnb a farla pagare con la carta di credito che evita l’evasione”.

– See more at: http://www.guidaviaggi.it/notizie/178866/franceschini–tassa-di-soggiorno-in-base-al-costo-camera-#sthash.7fThRDA4.dpuf

Serve una revisione della tassa di soggiorno che deve uscire dal riferimento alle stelle degli alberghi, sistema datato e superato”. Così ha spiegato ieri il ministro del Mibact Dario Franceschini.

“Ormai – ha aggiunto – valgono molto di più i giudizi dei clienti sul web”. La proposta riguarda l’ipotesi di prevedere che la tassa venga calcolata come una percentuale del costo della camera, “questo garantisce maggiore equità e trasparenza e uguaglianza tra le regioni”.

Secondo il ministro la tassa di soggiorno “va pagata insieme al conto della camera e non separatamente, in un secondo momento, come spesso avviene adesso. E’ una cosa che ècapitata anche a me, ma che confonde i turisti“, ha proseguito. Per quanto riguarda la modalità di pagamento, Franceschini ha detto che “fa bene Airbnb a farla pagare con la carta di credito che evita l’evasione”.

– See more at: http://www.guidaviaggi.it/notizie/178866/franceschini–tassa-di-soggiorno-in-base-al-costo-camera-#sthash.7fThRDA4.dpuf

Serve una revisione della tassa di soggiorno che deve uscire dal riferimento alle stelle degli alberghi, sistema datato e superato”. Così ha spiegato ieri il ministro del Mibact Dario Franceschini.

“Ormai – ha aggiunto – valgono molto di più i giudizi dei clienti sul web”. La proposta riguarda l’ipotesi di prevedere che la tassa venga calcolata come una percentuale del costo della camera, “questo garantisce maggiore equità e trasparenza e uguaglianza tra le regioni”.

Secondo il ministro la tassa di soggiorno “va pagata insieme al conto della camera e non separatamente, in un secondo momento, come spesso avviene adesso. E’ una cosa che ècapitata anche a me, ma che confonde i turisti“, ha proseguito. Per quanto riguarda la modalità di pagamento, Franceschini ha detto che “fa bene Airbnb a farla pagare con la carta di credito che evita l’evasione”.

– See more at: http://www.guidaviaggi.it/notizie/178866/franceschini–tassa-di-soggiorno-in-base-al-costo-camera-#sthash.7fThRDA4.dpuf

Serve una revisione della tassa di soggiorno che deve uscire dal riferimento alle stelle degli alberghi, sistema datato e superato”. Così ha spiegato ieri il ministro del Mibact Dario Franceschini.

“Ormai – ha aggiunto – valgono molto di più i giudizi dei clienti sul web”. La proposta riguarda l’ipotesi di prevedere che la tassa venga calcolata come una percentuale del costo della camera, “questo garantisce maggiore equità e trasparenza e uguaglianza tra le regioni”.

Secondo il ministro la tassa di soggiorno “va pagata insieme al conto della camera e non separatamente, in un secondo momento, come spesso avviene adesso. E’ una cosa che ècapitata anche a me, ma che confonde i turisti“, ha proseguito. Per quanto riguarda la modalità di pagamento, Franceschini ha detto che “fa bene Airbnb a farla pagare con la carta di credito che evita l’evasione”.

– See more at: http://www.guidaviaggi.it/notizie/178866/franceschini–tassa-di-soggiorno-in-base-al-costo-camera-#sthash.7fThRDA4.dpuf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.