A Paqua vacanze per 10 milioni di italiani

Saranno quasi 9,7 milioni i nostri connazionali che si concederanno, in questi giorni, un breve periodo di vacanza, scegliendo nel 91 per cento dei casi mete italiane. Una cifra che rappresenta un incremento di 7,1 punti percentuali rispetto alla Pasqua del 2015. “A farla da padrone – sottolinea Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi, commentando i dati previsionali sul movimento turistico degli italiani.- sarà il mare, seguito dalle città d’arte maggiori e minori e dalle mete montane”.
Per l’8 per cento di chi andrà all’estero le grandi capitali europee assorbiranno il 73 per cento della domanda, seguito dal 12 per cento delle località marine e crociere. La permanenza media si attesterà sulle 3,5 notti, con una spesa media pari a 332 euro, e il giro d’affari generato sarà di circa 3,22 miliardi di euro, pari al 4,5 per cento in più rispetto al 2015.
Il trend è positivo, commenta Bocca, e ora la palla passa al Governo, a cui il presidente di Federalberghi chiede “di sostenerlo attraverso la riduzione della pressione fiscale che grava sulle imprese del turismo”. Una strada che, secondo Bocca, serve “ad aprire la porta agli investimenti produttivi che creano ricchezza e posti di lavoro per tutto il Paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.