In Grecia con i siti Unesco

Sono 17 i siti Unesco in Grecia e altri otto sono in attesa di entrare a far parte della lista dei beni Patrimonio dell’Umanità. Il più noto è l’Acropoli di Atene, dedicato alla dea Atena: il complesso architettonico è stato costruito su una collina sacra, a 70 metri di altezza, e ospita il Partenone, l’Eretteo e il Tempio di Atena Nike, e i Propilei, costruiti nel V secolo a.C. sotto il dominio di Pericle e su progetto di Fidia. È il sito più visitato dagli stranieri e nel 2009 è stato aperto al pubblico il nuovo Museo dell’Acropoli.

 


Di rara suggestione sono le Meteore (nella foto), nel nord della Grecia, al centro della pianura della Tessaglia: questi monasteri, costruiti a picco su torri di roccia, luogo di culto della chiesa ortodossa, sono la seconda area monastica e di pellegrinaggio in Grecia subito dopo i Monasteri del Monte Athos, altro sito Unesco nella regione Calcidica.

Capolavoro dell’architettura militare è la Città Medievale di Rodi, costruita sull’isola tra il 1300 e il 1500.

Sei tappe archeologiche sono i siti di Delfi, nella Focide, sulle pendici del Monte Parnaso nella Grecia centrale; di Epidauro, nella baia di Metana nel Peloponneso (Argolide); di Olimpia, antica sede dei giochi olimpici nel Peloponneso nord-occidentale; e ancora il sito archeologico di Verghina nella Macedonia Centrale, diventato famoso nel 1977 con la scoperta della tomba di Filippo II; e infine il sito di Micene e Tirinto, a 90 km da Atene: si trovano nella penisola del Peloponneso e rappresentano i resti delle due città più grandi della civiltà micenea e sono irrevocabilmente legate all’Iliade e all’Odissea.

La World Heritage List greca si completa con il centro storico di Patmos, nell’arcipelago del Dodecaneso: qui è possibile visitare la Grotta dell’Apocalisse dove San Giovanni il Teologo scrisse le opere sacre della cristianità, il Vangelo e l’Apocalisse.

corfuL’antica città di Corfù, nel Mar Ionio, ha ottenuto di recente il riconoscimento Unesco per i tre forti veneziani e l’affascinante quartiere del Campiello. Ci sono poi l’Isola di Delo, nelle Cicladi, e Mystras, città fortificata della Laconia nel Peloponneso, con rovine bizantine, turche e veneziane a 6 km da Sparta.

Questo viaggio nei beni Unesco si chiude con i monumenti paleocristiani e bizantini di Salonicco, sulla Penisola Calcidica; i tre Monasteri di Daphni, a 11 km a Ovest di Atene; Ossios Loukas, nel Peloponneso; e Nea Moni, sull’isola di Chio.

Infine è imponente l’Antico Tempio di Apollo Epicurio nella città di Bassae, nel Peloponneso, ricco di decorazioni in marmo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.