In Grecia con i siti Unesco

Sono 17 i siti Unesco in Grecia e altri otto sono in attesa di entrare a far parte della lista dei beni Patrimonio dell’Umanità. Il più noto è l’Acropoli di Atene, dedicato alla dea Atena: il complesso architettonico è stato costruito su una collina sacra, a 70 metri di altezza, e ospita il Partenone, l’Eretteo e il Tempio di Atena Nike, e i Propilei, costruiti nel V secolo a.C. sotto il dominio di Pericle e su progetto di Fidia. È il sito più visitato dagli stranieri e nel 2009 è stato aperto al pubblico il nuovo Museo dell’Acropoli.

 


Di rara suggestione sono le Meteore (nella foto), nel nord della Grecia, al centro della pianura della Tessaglia: questi monasteri, costruiti a picco su torri di roccia, luogo di culto della chiesa ortodossa, sono la seconda area monastica e di pellegrinaggio in Grecia subito dopo i Monasteri del Monte Athos, altro sito Unesco nella regione Calcidica.

Capolavoro dell’architettura militare è la Città Medievale di Rodi, costruita sull’isola tra il 1300 e il 1500.

Sei tappe archeologiche sono i siti di Delfi, nella Focide, sulle pendici del Monte Parnaso nella Grecia centrale; di Epidauro, nella baia di Metana nel Peloponneso (Argolide); di Olimpia, antica sede dei giochi olimpici nel Peloponneso nord-occidentale; e ancora il sito archeologico di Verghina nella Macedonia Centrale, diventato famoso nel 1977 con la scoperta della tomba di Filippo II; e infine il sito di Micene e Tirinto, a 90 km da Atene: si trovano nella penisola del Peloponneso e rappresentano i resti delle due città più grandi della civiltà micenea e sono irrevocabilmente legate all’Iliade e all’Odissea.

La World Heritage List greca si completa con il centro storico di Patmos, nell’arcipelago del Dodecaneso: qui è possibile visitare la Grotta dell’Apocalisse dove San Giovanni il Teologo scrisse le opere sacre della cristianità, il Vangelo e l’Apocalisse.

corfuL’antica città di Corfù, nel Mar Ionio, ha ottenuto di recente il riconoscimento Unesco per i tre forti veneziani e l’affascinante quartiere del Campiello. Ci sono poi l’Isola di Delo, nelle Cicladi, e Mystras, città fortificata della Laconia nel Peloponneso, con rovine bizantine, turche e veneziane a 6 km da Sparta.

Questo viaggio nei beni Unesco si chiude con i monumenti paleocristiani e bizantini di Salonicco, sulla Penisola Calcidica; i tre Monasteri di Daphni, a 11 km a Ovest di Atene; Ossios Loukas, nel Peloponneso; e Nea Moni, sull’isola di Chio.

Infine è imponente l’Antico Tempio di Apollo Epicurio nella città di Bassae, nel Peloponneso, ricco di decorazioni in marmo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.