Sharm: tolto lo sconsiglio

L’unità di crisi della Farnesina hatolto  lo sconsiglio per i viaggi a Sharm el Sheikh in Egitto.
Questo il comunicato  del nostro Ministero degli Esteri: “In considerazione del deterioramento della generale situazione di sicurezza  registrato  nel Paese,  si rinnova la raccomandazione di evitare  i viaggi non indispensabili in Egitto in località diverse dai resorts situati a Sharm el-Sheik, sulla costa continentale del Mar Rosso, nelle aree turistiche dell’Alto Egitto e di quelle del Mar Mediterraneo.
Si continua infatti a registrare in Egitto un clima di instabilità e turbolenza che spesso sfocia in turbative per la sicurezza. Tale perdurante e difficile fase di transizione comporta la possibilità che si continuino a verificare azioni ostili anche di stampo terroristico in tutto il Paese, eventualità di cui ogni connazionale che si rechi in Egitto, anche nelle aree turistiche, deve essere pienamente consapevole anche alla luce dei recenti, ripetuti episodi avvenuti in varie località.
Si raccomanda pertanto la massima prudenza ai connazionali che si trovino in Egitto, in particolare nei luoghi pubblici come le stazioni dei bus, la metropolitana, i mercati, nonché nelle vicinanze di edifici governativi, stazioni di polizia, installazioni militari, musei e nei tratti stradali che collegano gli aeroporti alle località turistiche.
Più in dettaglio, la situazione appare particolarmente problematica nella regione al confine con la Striscia di Gaza, oltre che al Cairo, ad Alessandria, nelle altre principali città del Delta e del Canale di Suez e nell’area centro-settentrionale della Penisola del Sinai ove si registrano operazioni militari ed uno stato di tensione significativo dovuto all’attività di cellule jihadiste“

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.