Panama festeggia i 100 anni del canale

Sono grandi e coinvolgenti i preparativi a Panama City per festeggiare il secolo di vita del suo celebre Canale, una delle opere d’ingegneria più imponenti e importanti mai realizzate al mondo e che tanto ha influenzato la storia del piccolo Paese centroamericano.

 

Tante sono le opere che stanno cambiando il volto della città: dall’ampliamento del canale all’inaugurazione dell’avveniristico Biomuseo, ideato da Frank O. Gehry; dalla grande fascia costiera all’apertura della prima linea di metropolitana. Fu proprio la costruzione del canale a determinare la fortuna economica del Paese, posizionato strategicamente tra l’oceano Atlantico e il Pacifico: nel 1880 gli Stati Uniti vollero gettare le basi per la costruzione di un varco di circa 80 chilometri tra i due oceani per facilitare il passaggio delle navi e incrementare i commerci internazionali. I lavori, tuttavia, iniziarono solo nel 1904 e si conclusero il 15 agosto del 1914, grazie all’opera di oltre 55mila persone provenienti da 30 Paesi diversi. Dal giorno dell’inaugurazione del canale sono transitate più di un milione di navi e oggi, ogni anno, ne passano circa 15mila che raggiungono più di 1.700 porti in tutto il mondo. Proprio in occasione del centenario si concluderanno anche i lavori di ampliamento delle chiuse e della conca idrografica, permettendo così l’aumento del traffico e delle dimensioni delle navi in entrata. I lavori si possono seguire anche dalle terrazze panoramiche del centro visitatori Miraflores che ospita una mostra interattiva e itinerante – Experiencia Centenario del Canal – con materiali audiovisivi, mappe, touch screen e fotografie sui lavori. La storia del secolo di vita del canale sarà celebrata in grande stile con manifestazioni ed eventi che culmineranno il 15 agosto nel Gala centenario del Canal, una festa con spettacoli musicali, teatrali e artistici che coinvolgerà tutta la cittadinanza e il Paese. Panama si sta preparando al grande evento con mostre, proiezioni di film, tra cui Historias del Canal, 5 cortometraggi di 20 minuti ciascuno, e altri importi successi: a fine aprile è stata inaugurata la prima linea di metropolitana che collega l’affascinante centro storico, il casco antiguo, alla zona moderna con nuovi grattacieli ed elegantissimi alberghi. Ma l’inaugurazione più attesa è quella del 22 maggio per il Biomuseo, unico nel suo genere, progettato dal grande architetto canadese Frank O. Gehry per omaggiare la scienza, la biodiversità e la salvaguardia naturale. Il museo interattivo, costruito in volumi asimmetrici e con tetti colorati in alluminio e acciaio lungo la Calzada de Amador, non lontano dal porto principale, riunisce in 4mila metri quadrati e otto sale espositive la storia dell’istmo di Panama, una striscia di terra emersa dal fondo degli oceani e poi diventata il collegamento tra Nord e Sud America, e illustra attraverso alcune installazioni la sua influenza sul cambiamento del clima mondiale. Per conoscere più da vicino la storia del canale è bene recarsi nel cuore storico di Panama City, patrimonio dell’Umanità dal 1997 e recentemente restaurato, e percorrere il lungomare, paseo Las Bovedas, da dove si ammirano l’arcata del ponte de Las Americas e lo straordinario spettacolo dell’apertura delle chiuse con il passaggio delle navi. Alla fine del paseo, in plaza de Francia, si visita il monumento in memoria delle 22mila persone che persero la vita nella costruzione del canale e, poco più avanti, un museo dedicato alla grande opera.
Anche la zona costiera ha subito ristrutturazioni e ampliamenti: un’ampia area lunga sette chilometri regala spazi verdi, piste ciclabili e campi sportivi affacciati sul mare. E’ un’occasione in più per conoscere la bellissima natura e le spiagge del Paese latinoamericano: 3mila chilometri di spiagge bianchissime, 2mila isole, 15 parchi nazionali e tanti percorsi storici per scoprire il camino real, antico punto di smistamento dei tesori diretti in Spagna, il camino de cruces, dove transitavano fortune e gioielli verso l’Europa e 5 siti patrimonio mondiale dell’Umanità, che testimoniano la sua ricca storia coloniale.

Per informazioni e organizzare il viaggio: www.visitpanama.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.