Niente più contanti sui bus londinesi

I bus rossi londinesi, non accettano più contanti a favore invece di abbonamenti, tessere e corse prepagate. Un cambiamento che, secondo i responsabili di Transport of London (Tfl), consentirà di risparmiare 24 milioni di sterline all’anno. La decisione è stata presa anche perchè, con solo lo 0,7% delle corse pagate in contanti, i tempi sono stati considerati maturi e gli ‘effetti collaterali’ minimi. Anche per i molti turisti sempre presenti a Londra che, sottolineano ancora a Tfl, nella gran parte si avvalgono comunque di biglietti prepagati. E, a quanto pare, pure per le ‘emergenze’ e’ stata trovata una soluzione: da circa un mese infatti per i detentori di abbonamento o tessera prepagata è stato attivato il programma ”ancora una corsa” che consente di effettuare un viaggio extra di bus in caso di credito insufficiente. Si modificano cosi’ le abitudini dei londinesi, in attesa tuttavia di un altro cambiamento ‘epocale’ che vedrà, nel 2015 stando ai piani, scomparire completamente le figura del bigliettaio presso le stazioni della metropolitana di Londra. Misura che ha già provocato un’ondata di proteste e scioperi per la consistente riduzione di personale che comporta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.