Sconsiglio della Farnesina: il diritto al rimborso

Nel caso in cui un cliente decida di annullare il proprio viaggio in una località coperta da warning della Farnesina, il tour operator deve restituire l’intera somma.Lo ha stabilito una sentenza (la prima del genere) del Giudice di Pace di Bergamo.
Nel caso specifico, la sentenza riguarda il warning emesso ad agosto 2013 sull’intero Egitto. Dopo lo Sconsiglio, arrivato al culmine dell’alta stagione, molti tour operator avevano rimborsato i propri clienti trattenendo le somme relative alle cosiddette ‘spese di gestione pratica’ e alle assicurazioni. Una scelta che non aveva mancato di suscitare proteste da parte sia degli agenti di viaggi che delle associazioni dei consumatori.
Fra tour operator e distribuzione si era subito accesa la polemica riguardante l’interpretazione della norma che regola il comportamento delle aziende turistiche nel caso in cui una località sia coperta da Sconsiglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.