In Spagna un parco dedicato alle Ferrari

Nasce il primo parco tematico Ferrari in Europa, secondo al mondo dopo Abu Dhabi.

PortAventura Entertainment Sau, controllata da società di investimento del gruppo Investindustrial, ha fatto un accordo di licenza con Ferrari per realizzare Ferrari Land, parco dedicato al Cavallino all’interno del resort e parco divertimenti PortAventura, vicino a Barcellona in Spagna. Si estenderà su 75.000 mq e comprenderà attrazioni tra cui l’acceleratore verticale più alto e veloce d’Europa.

L’altra grande novità è la nascita del primo hotel a tema Ferrari all’interno di PortAventura, un albergo a 5 stelle con 250 stanze, ristoranti e simulatori di guida. L’investimento complessivo per il progetto è di 100 milioni. Il parco sarà inaugurato nel 2016, PortAventura accoglie già circa 4.000.000 di persone all’anno, 50% dall’estero. PortAventura, acquisito nel 2009 da Investindustrial, ha ottenuto un crescente successo tanto da diventare il primo parco divertimenti del Mediterraneo, il secondo in Europa, anche grazie a oltre 125 milioni di euro investiti in 4 anni oltre all’investimento per l’acquisizione iniziale. Andrea C. Bonomi, “Senior Partner” di Investindustrial, spiega così le ragioni della partnership con Ferrari: “PortAventura è un leader nel settore del turismo in Europa. Allo stesso tempo Ferrari è un’icona che rappresenta il meglio del Made in Italy. La sinergia fra i due gruppi crea una potente combinazione che ci consente di offrire ai clienti di entrambi i marchi un’esperienza unica”. Andrea Perrone, Ad di Ferrari Brand, la società controllata da Ferrari che gestisce le attività legate al marchio, ha detto: “Dopo il successo del Ferrari World di Abu Dhabi abbiamo ricevuto tante richieste per nuovi parchi divertimento. Abbiamo accuratamente selezionato le diverse proposte e abbiamo deciso di accettare quella di Investindustrial perché è un progetto solido fatto da persone competenti e che porta il fascino della Ferrari in Spagna dove abbiamo tanti sostenitori e appassionati e dove arrivano ogni anno, anche grazie a PortAventura, tantissimi turisti“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.