Alto Adige, alla scoperta del Lago di Resia, con il suo suggestivo campanile immerso nell’acqua

Il Lago di Resia (in tedesco Reschensee) è un bacino lacustre artificiale della Val Venosta, in Alto Adige. Si tratta del lago più grande di tutta la regione, con una capienza massima di 120 milioni di metri cubi di acqua e una lunghezza totale di 6 km.

Originariamente, presso il Lago di Resia, erano presenti 3 laghi naturali: quello di Resia, quello di Curon e quello di San Valentino alla Muta. I primi due vennero unificati in seguito alla costruzione di un’imponente diga, che sommerse il paese evacuato precedentemente. Ciò che resta di questo antico centro abitato è il campanile, che spunta da solo dalle acque del lago.

Il lago presenta una fauna molto ricca composta da lucci, pesci persici, coregoni e salmerini: ciò rende il lago di Resia, quindi, un luogo perfetto per gli amanti della pesca. Intorno al lago, invece, gli amanti degli sport più attivi potranno praticare attività come l’inline skating e il nordic walking. Dal lago, inoltre, si possono intraprendere delle interessanti escursioni a piedi.

Senza alcun dubbio, al Lago di Resia sono tanti gli sport acquatici che potrete praticare, come ad esempio il kite surf, favorito dalla presenta costante di un forte vento. Nei mesi invernali, invece, potrete divertirvi con la slitta a vela, da dicembre a marzo.

Al Lago di Resia è legata una interessante leggenda: pare infatti che, in alcuni giorni d’inverno, sia possibile sentire le campane del campanile suonare dal fondo del lago… peccato che queste siano state rimosse già molto tempo fa.
 
Per ulteriori informazioni
www.sudtirol.com{jcomments on}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.