Wind Jet: possibile ripartenza il 5 dicembre

Wind Jet potrebbe tornare in pista dal 5 dicembre con una nuova società. E’ l’ipotesi di rilancio della compagnia aerea siciliana presentata al ministero dei Trasporti. L’ipotesi al centro del progetto è quella del «concordato preventivo in continuità», previsto nel decreto sviluppo Salva Italia del governo Monti, diventato operativo nei giorni scorsi. Questa strada, secondo Wind Jet, permetterebbe alla società siciliana di preparare un concordato con i creditori che permetta il risanamento della parte debitoria.
Contemporaneamente, attraverso una newco già costituita, Wind Jet, con un capitale di 50-60 milioni di euro, e con un probabile appoggio dell’Irfis, l’istituto finanziario della Regione Siciliana, sarebbe pronta a ripartire. La data prevista del nuovo “decollo” è quella del 5 dicembre.
La società potrebbe contare su tre aerei, per coprire le tratte nazionali, e reintegrare così il 40% dei dipendenti. L’obiettivo successivo sarebbe quello di fare volare 8 aeromobili, con un recupero dell’80% del personale.
A pesare sul rilancio il debito, che si aggira sui 150 milioni di euro, fattore che non rende semplice la trattativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.