Ryanair lascia la base di Torino

La compagnia low cost riuncia ai progetti di insediamento a Caselle.
È infatti sfumata l’intesa tra la compagnia irlandese e gli enti locali e che prevedeva 20 milioni di euro in 5 anni per supportare economicamente l’operazione.
Il piano per Ryanair avrebbe richiesto un investimento ingente, pari a circa 50 milioni, metà dei quali a carico di Regione, Provincia e Comune, mentre l’altro 50 per cento sarebbe stato sostenuto dalla Sagat, la società di gestione dell’aeroporto di Caselle.
La compagnia non lascerà comunque il capoluogo piemontese, mentenendo, sino all’avvio dell’orario invernale, l’accordo di comarketing già in essere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.