Copenaghen stellata dalla Guida Michelin

La nuova edizione 2012 ha premiato i ristoranti della capitale danese con un totale di 14 stelle. La città, oltre a guadagnare la prima posizione in Scandinavia, supera anche altre città europee quali Amburgo, Amsterdam e Vienna, vantando più ristoranti stellati Michelin rispetto a Roma.
Quattro i nuovi ristoranti stellati della capitale. Il Geranium di Rasmus Kofoed, già miglior chef del mondo al Bocuse d’Or 2011 – il campionato mondiale tra gli chef professionisti – ha finalmente guadagnato la meritata stella. Altro ristorante ad aggiudicarsi l’ambito riconoscimento è il Relæ di Christian Puglisi, prima chef del Noma. Ora gli appassionati di alta gastronomia potranno godere la qualità di un ristorante stellato Michelin a prezzi accessibili in un ambiente non convenzionale. Il Relæ si trova infatti in una cantina rustica nel quartiere trendy e vivace di Nørrebro. Sono stai premiati anche i ristoranti Grønbech & Churchill aperto dallo chef Rasmus Grønbech nel 2011 e Den Røde Cottage della chef Anita Klemensen, prima chef donna in Danimarca a ricevere la prestigiosa stella.
Novità anche al parco del Tivoli, dove i fratelli cuochi più famosi della Danimarca, i Fratelli Price, prenderanno il posto lasciato libero da Paul Cunningham l’anno scorso, inaugurando ad aprile il Brdr. Price Restaurant. Il ristorante servirà cucina tradizionale danese con una particolare attenzione all’utilizzo di materie prime fresche e locali.
La scena gastronomica di Copenaghen non si incentra soltanto sui ristoranti stellati e non. È animata anche da eventi molto apprezzati quali il Copenhagen Cooking, il più grande festival culinario del Nord Europa, che nell’edizione 2011 ha registrato 100.000 visitatori. Quest’anno l’evento si svolgerà dal 24 agosto al 2 settembre, proponendo ai buongustai Nuova Cucina Nordica, ristoranti gourmet a prezzi contenuti, numerosi prodotti e eventi in tutta la città.
Se la famosa guida rossa francese, per ora, si concentra solo sulla capitale, noi consigliamo però di non dimenticare che la buona cucina danese non si gusta solo a Copenaghen. Da un punto di vista gastronomico, infatti, la Danimarca non è mai stata meglio di adesso. Oggi in Danimarca la tradizione si mescola con l’innovazione, e si fanno sempre più importanti i riferimenti alle radici della cucina scandinava, per utilizzare i prodotti freschi della regione nordica: dal pesce di mare a quello di fiume, dalle aringhe al pane di farine speciali, integrali e di semi, per arrivare al burro, da sempre un prodotto d’eccellenza della cucina danese.

Infine quest’anno Vino in Villa, Festival Internazionale del Prosecco Superiore, manifestazione, in programma dal 19 al 21 maggio al Castello di San Salvatore (XIII secolo) di Susegana (TV), farà sposare le bollicine più amate d’Italia con tradizioni, culture e sapori diversi. Ospite speciale sarà la cucina danese e sarà proprio lo chef Klaus Styrbæk, accompagnato dal suo capo chef Israel Karasik, a preparare una cena a cinque stelle, riservata alla stampa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.