Debutta in primavera la ‘Marche Card’

Rafforzare la percezione del turista del territorio marchigiano e promuovere tra gli operatori il senso di appartenenza a un unico sistema. È questo il duplice obbiettivo della ‘Marche Card’, il nuovo strumento creato dalla Regione che sarà in distribuzione dalla prossima primavera. Dopo la registrazione sul sito del turismo della Regione e la consegna presso la struttura ricettiva scelta, la carta potrà essere utilizzata per acquisti presso gli operatori convenzionati, che spaziano dagli stabilimenti balneari, ai ristoranti, agli outlet e ai piccoli negozi artigianali.
“La Marche Card è uno strumento per creare un’interazione complessiva della Regione – spiega Massiliano Polacco, direttore Confcommercio Marche – perché unirà il ricettivo, la mobilità, il commercio, gli eventi, le prestazioni sanitarie, le attività sportive e i luoghi artistici e culturali”. Un sistema turistico integrato, quindi, che mette a disposiizone dle turista una serie di servizi essenziali spesso trascuarti.

“La Card incarna il nostro modo di pensare il turismo – commenta Serenella Moroder, assessore al Turismo della Regione Marche – perché mette in squadra tutte le realtà che compongono il panorama economico territoriale”.
La Marche Card nasce con l’obiettivo di offrire sconti e agevolazioni, mettendo in relazione l’ospitalità, i servizi di trasporto, la produzione locale, le attrazioni del territorio e la sua offerta commerciale. La card viene rilasciata a chi soggiorna in una struttura ricettiva della regione e “non si tratta” commenta soddisfatto Massimiliano Polacco coordinatore della Confcommercio Imprese per l’Italia Marche che ha aperto con l’ente regionale la prima giornata di Bit a Milano “di una fidelity card di uno store o di un marchio bensì uno strumento di fruizione ottimale di un intero territorio regionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.