In flessione i prezzi degli alberghi

 

ll mese di giugno vede le tariffe delle principali metropoli europei in calo significativo: Bruxelles segna un -14% seguita da un -10% di Berlino e Barcellona rispetto ai prezzi dello scorso mese. In media le tariffe sono scese del -4%, arrivando a 128€ a notte per una camera d’albergo.

È quanto emerge dal monitoraggio mensile del trivago Hotel Price Index, sulle tariffe alberghiere europee.
La Spagna e l’Est Europa mostrano le tariffe più convenienti. Cali fino al -33% per una camera a Siviglia, che arriva a 91€ di media a notte, seguita dai 109€ di Madrid.
Budapest (82€, -6%), Cracovia (84€, -5%) e Bucarest (76€, -1%) si confermano le mete piú convenienti di tutta Europa.
A crescere, in controtendenza, Londra e Parigi, che con +7% e un +6%, raggiungono rispettivamente 205€ e 190€ come prezzo medio per camera a notte.
Roma segna un -9% attestandosi sui 162, con cali più rilevanti per Torino (-11%) e Bologna (-19%); al contrario le località di mare segnano i rincari più consistenti.
Rincari importanti a Rimini, che incrementale proprie tariffe del +16%, ma anche il mare del centro Nord segna aumenti importanti a due cifre, intorno al +30%, per Viareggio, Lignano e Jesolo.
Scendendo lungo la penisola – riporta Trivago – le tariffe segnano tassi di crescita più contenuti rispetto al mese scorso: con Sorrento e Ischia che crescono del +2 e del +4%. La Sardegna registra a Olbia e ad Alghero incrementi del +13 e del +16% arrivando a 122€e 126€ per notte.
Si spende meno, invece in Calabria e in Sicilia: Tropea (87€, +13%), Giardini Naxos (112€, +5%), Lipari (112€, +11%).
Prezzi sostenuti per le mete tradizionalmente piú esclusive: Porto Cervo (252€, +28%), Capri ( 239€, +12%), Forte dei Marmi (220€, +17%) e Taormina (177€, +4%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.