Traghetti Sardegna: è bufera sugli aumenti tariffari

 

Antitrust e associazioni dei consumatori contro le compagnie marittime che effettuano i collegamenti con la Sardegna. L’accusa è di aver notevolmente incrementato i prezzi.

L’Autorità garante della concorrenza ha infatti aperto un’indagine nei confronti di Moby, Snav, Grandi Navi Veloci e Corsica Sardinia Ferries in merito ai rincari operati nei collegamenti da e per la Sardegna. Obiettivo dell’indagine stabilire se “sia stata posta in essere un’intesa restrittiva della concorrenza, finalizzata all’aumento coordinato dei prezzi per il trasporto passeggeri”. Sul tema errano arrivate all’Antitrust le segnalazioni da parte delle associazioni dei consumatori e della Regione Sardegna. Secondo quanto comunicato dall’organismo di controllo le verifiche preliminari hanno già confermato “un incremento generalizzato dei prezzi praticati dagli operatori, incremento medio stimato nell’ordine del 90-110% rispetto ai prezzi dell’anno precedente”.
La Casa del Consumatore, associazione nazionale di consumatori specializzata nella tutela del turista, è intenzionata a lanciare la class action contro le compagnie di navigazione indagate dall’Antitrust per sospetto cartello a danno dei viaggiatori sulle tratte da e per la Sardegna.
L’associazione ha istituito, presso lo Sportello del turista di Genova il Comitato tutela viaggiatori che sta già valutando l’avvio di una class action per il rimborso di tutte le somme indebitamente richieste ai clienti di Moby, Snav, Grandi Navi Veloci, Sardinia Ferries e relative controllate, che secondo la stessa Antitrust avrebbero incrementato i prezzi nell’ordine del 90-110% rispetto al 2010. Sono peraltro già giunte segnalazioni allo Sportello di aumenti anche maggiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.